sabato 21 giugno 2014

estratti dal portfolio

Questa è la cover del mio portfolio, ispirata ad una pubblicità d'altri tempi.





Due tavole estratte da Allammicacori.
Ricordo che , la storia ed i dialoghi sono tratti dall'opera teatrale di F.Romengo, che ho adattato a fumetto, gestendo a modo mio inquadrature ed ambientazioni. I personaggi sono ispirati agli attori della Compagnia Tea(L)tro. 



Questa invece è la cover di un altro progetto, sempre legato al mondo del teatro.
Tra le commedie di Goldoni lette ed amate, "Le Smanie per la Villeggiatura" è senza dubbio la mia preferita: ho deciso di raccontarla tramite delle tavole - che non posto perché ancora non mi convincono- e questa illustrazione.

                                                

Questi progetti restano al momento la mia unica valvola di sfogo su quello che vorrei fare (i fumetti) e sul modo in cui vorrei farli, ovvero :"allegramente, senza pensieri, ma con cura maniacale dei dettaglini: finchè riesco a zoommare, posso inserire roba". (< lo so, lo so che è sbagliatissimo!)







lunedì 16 giugno 2014

l'ombra di Ariele

( per adesso mi va di aggiornare. Ma tranquillo, blog, prima o poi questo entusiasmo finirà e tu potrai tornare al tuo regime di sonnolenza e noia)

Era da un sacco di tempo che avrei voluto creare delle sagome per il teatro delle ombre.
e l'ho fatto
una cosa piccola, ma mi sono divertita.

 Francesco Romengo e la sua "Compagnia Tea(L)tro" mi hanno chiesto di realizzarle per rappresentare Ariele durante la messa in scena de  "La Tempesta". Da questi disegni, loro hanno creato le sagome (semplificate per motivi tecnici...purtroppo non ero troppo pratica e le ho riempite di dettaglini), e le hanno utilizzate.





Molto suggestivo! Voglio farne ANCORA


venerdì 13 giugno 2014

ETNACOMICS 2014

Etnacomics 2014 è stata addirittura migliore dell'edizione precedente.


Questo il mio malloppo:



(vabbé, Dylan e Le Storie li ho presi in edicola, ma vale lo stesso!)

Area talent come sempre organizzata egregiamente. Ho potuto mostrare il portfolio a tanti professionisti, pazienti e gentili al massimo, e godere dei loro utili consigli.

Organizzare 'sto benedetto portfolio da fare vedere è stato un INCUBO.  Notti insonni a ingrigliare tavole e  piagnucolare:" Sono scarsaaaaa! Me lo diranno tutti che sono scarsaaaaaa! Buhuhuhuh!".
Ma alla fine è andata bene.

 Sono restia a mostrare le mie cosette, mi sembrano sempre macchiate da ingenuità e da acerbità.
Abituata come sono a lavorare nella solitudine, con il solo parere di un ragazzo che ha paura di me e mi dice che è tutto perfetto, degli amici che non hanno capito manco cosa è che faccio esattamente e di una madre che urla gioiosa :" Oh, Leti, è bellissimooo!!!", anche quando vede di sfuggita tre tratti superzoommati sullo schermo del pc, non so assolutamente capire quali siano le mie qualità ed i miei limiti. Disegno e basta.

Quindi, quando mi ritrovo alle fiere, tra gli stand, col book sottobraccio, a confrontarmi con gli altri, con la gente che parla di ultime uscite e di autori famosi,  mi sento, all'improvviso, quello che non mi sento in tutti i restanti giorni dell'anno: mi sento una disegnatrice, in un mondo di disegnatori. Ed è assai strano (e bello)!

Non vedo l'ora che arrivi l'edizione 2015.